Il potere dei flavonoidi

Numerosi studi hanno evidenziato che seguire una dieta ricca di frutta e di verdura accompagnata dalla buona abitudine di consumare vino rosso e tè aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari. L’effetto è attribuibile, almeno in parte, al contenuto di polifenoli in determinati alimenti e in particolare al contenuto di flavonoidi. I flavonoidi hanno proprietà vasoprotettive grazie al loro potere antiossidante e alla loro azione diretta sull’endotelio, il tessuto che riveste la superficie interna dei vasi sanguigni. Diversi studi hanno infatti riportato che consumare alimenti ad alto contenuto di flavonoidi aiuta a prevenire o a migliorare la disfunzione endoteliale, alterazione associata ad un maggior rischio di malattie cardiovascolari, come l’ipertensione.
Integratori alimentari a base di flavonoidi (rutina, esperidina, diosmina, quercetina) sono molto utili in caso di fragilità capillare in quanto aumentano l’elasticità della parete venosa e il riassorbimento degli edemi.
La diosmina, ad esempio, migliora il tono venoso, aumenta il drenaggio linfatico, protegge le pareti dei capillari migliorando la microcircolazione, riduce ala permeabilità capillare. Esperidina, quercetina e rutina hanno elevato potere antiossidante, riducono l’aggregazione dei globuli rossi in caso di anomala permeabilità e fragilità capillare riducendo il sanguinamento causato da ematomi o emorroidi sanguinanti.